SEO – Lezione 1: ottimizzazione dei contenuti

SEO – Lezione 1: ottimizzazione dei contenuti

Oggi si parla tanto di SEO, ma non tutti sanno sa cosa sia e come funzioni davvero!
Partiamo dall’inizio. SEO, acronimo di "Search Engine Optimization", è l’ottimizzazione per i motori di ricerca, ovvero l’attività volta a far sì che un sito web possa essere trovato nei motori di ricerca per parole e frasi relative al prodotto o servizio che offre.
Ma come funziona esattamente?
Google, il motore di ricerca più usato al mondo, nei suoi risultati di ricerca visualizza link a pagine che ritiene autorevoli e rilevanti. L'autorevolezza di una pagina è per lo più misurata analizzando il numero e la qualità dei collegamenti da altre pagine web. In altre parole, le pagine web vengono classificate da Google finché vengono linkate da altri.
Ma cosa devo fare per ottenere link e condivisioni delle mie pagine web?
Occorre lavorare su diversi aspetti, ma oggi vogliamo concentrare la nostra attenzione su quello che viene definito SEO Copywriting, ovvero ottimizzazione dei contenuti.
Come diceva Bill Gates: Content is King!
Studi dimostrano, infatti, che la creazione di contenuti utili e interessanti rappresenta la più efficace tattica di SEO (72%), seguita dalla ricerca di frasi e parole chiave (rilevanti per il pubblico target).

Seo

È necessario, quindi, inserire contenuti dalla grande “capacità attrattiva” che inducano la gente a collegarsi alle mie pagine e a condividerle con altri, mostrando così a Google che le mie pagine sono “ricercate” ed apprezzate. I contenuti, non devo essere solo interessanti, ma unici: Google individua contenuti non originali e tende a penalizzare i siti che li contengono.
Lavorare bene sul fronte della qualità dei contenuti e della loro originalità, con il passare del tempo, porterà al successo del mio sito su Google che, nei propri risultati di ricerca, vuole mostrare, appunto, pagine ricche di argomenti utili e rilevanti per gli utenti interessati ai prodotti o ai servizi che propongo.
“Il contenuto - afferma Heidi Cohen, Presidente di Riverside Marketing Strategies - rende i termini di ricerca contestualmente rilevanti e fornisce il chi, cosa, perché, dove e quando delle parole chiave di una ricerca” e lo fa rispondendo alle domande del pubblico target, che effettua appunto le ricerche.
Creando contenuti interessanti, infatti, ottengo il duplice obiettivo di soddisfare i clienti che cercano su Google il mio prodotto/servizio e aiutare i motori di ricerca a indirizzare traffico qualificato sul mio sito web: cosa posso desiderare di più…

RIASSUMENDO

  1. Fai ricerca e cerca di capire quale tipo di contenuto i tuoi potenziali clienti stanno cercando.
  2. Crea contenuti interessanti e utili che includano parole e frasi utilizzate da persone che cercano i tuoi prodotti e servizi.
  3. Rendi facile la condivisione su blog, social ecc…
  4. “Keep doing it!”, letteralmente, Continua a farlo! Ovvero, procedi in questo modo e, a poco a poco, vedrai crescere la tua presenza su Google e, come logica conseguenza, comincerai a vedere un incremento del traffico sul tuo sito web.