E-commerce: (10) consigli per l’uso

E-commerce: (10) consigli per l’uso

Hai creato il prodotto del secolo e vuoi trovare nuovi clienti o vuoi semplicemente venderlo online e realizzare un e-commerce? Ecco alcuni consigli utili da cui partire.

1.  Fatti la domanda giusta: c’è mercato?

Prima di decidere di investire i tuoi risparmi in un e-commerce, è bene assicurarti che davvero esista un mercato per il prodotto che intendi vendere. Crea il tuo business plan: decidi cosa vendere e a chi, fissa il prezzo e individua le modalità di promozione, analizza le mosse della concorrenza e cerca di capire come differenziarti per essere competitivo.

2.  Affidati a chi ha esperienza e competenza

Un e-commerce non è un semplice sito, ma un “negozio” a tutti gli effetti. Per cui non accontentarti di chi ti propone la realizzazione del semplice portale web. Affidati a chi conosce il mercato digitale, le abitudini degli utenti web, i migliori strumenti per promuoversi online e per scovare nuovi clienti.
Consulta un avvocato per assicuranti che sito, termini e condizioni siano a norma e un commercialista esperto di e-commerce che sappia gestire al meglio pagamenti, fatturazioni ecc…Oggi esistono diverse agenzie che offrono un servizio completo, chiavi in mano:   l’ASC Web Apps è una di queste!

3.  Piazzati bene sui motori di ricerca

La visibilità è fondamentale: incarica un professionista in SEO per posizionare il tuo sito in cima ai motori di ricerca. Non fidarti di chi ti propone di raggiungere le prime posizioni in maniera immediata: una cosa è la SEM altra cosa la SEO. È tramite quest’ultima che il posizionamento è graduale, ma duraturo nel tempo.

4.  Punta su usabilità e semplicità

Con il sito, è importante lanciare messaggi semplici e comprensibili. Dalle foto, all’uso dei caratteri, dai colori alle informazioni: tutto deve essere chiaro e stimolante. La navigazione deve essere veloce e deve rendere facile l’acquisto. Per questo, prova a comprare un prodotto sui siti di e-commerce più affermati: scoprirai che bastano pochi click per completare l’operazione.

5.  Occhio al mobile

Il mobile rappresenta il 30% del mercato e-commerce. Per questo è necessario verificare che il tuo sito sia ben visibile, navigabile e usabile su smartphone e tablet. Grafica semplice, “pulita” ed efficace è necessaria per chi vuole vendere online. Se potete, puntante sulle AMP (Accelerated Mobile Pages), pagine web “super veloci” che si caricano immediatamente.

6.  Investi in pubblicità (da subito)

Sarebbe opportuno (pressoché necessario) investire immediatamente in una campagna pubblicitaria mirata per lanciare adeguatamente l’e-commerce. Tuttavia, se non hai subito un cospicuo budget da impiegare, pensa di reinvestire in pubblicità i primi introiti delle vendite on line. Molto efficaci le sponsorizzazioni sui social network o le campagne su Google. Queste ultime, in particolare, possono dare risultati in tempi brevi, perché è su Google che il cliente ricerca il prodotto ed è quindi più propenso ad acquistare.

7.  Parla di te e dei tuoi prodotti in maniera convincente

Gruppi su social network, blog, e-mail marketing sono strumenti di digital marketing che coinvolgono ed appassionano i clienti. Un’informazione accattivante serve ad avvicinare e convincere l’utente della bontà dell’acquisto. Un consiglio: usa il modello A.I.D.A. (Attenzione, Interesse, Desiderio e Azione) per accompagnare il cliente in tutte le fasi che precedono l’acquisto del prodotto e punta a soddisfare e, se possibile, superare le sue aspettative.

8.  Segui il cliente dopo la vendita

La soddisfazione del cliente passa anche attraverso l’assistenza post vendita: fidelizzalo, dimostrandogli competenza e attenzione per le sue esigenze. Riuscirai così a convincerlo che la sua scelta è stata giusta e sarà più propenso a tornare a comprare. Il guadagno, infatti, lo si ottiene sulle vendite successive alla prima.

9.  Analizza i dati statistici

Leggere nel modo giusto i dati sul numero dei visitatori, sui prodotti più visti e sulle pagine visitate aiutano a capire gusti e tendenze, oltre che comprendere cosa e come correggere.

10.  Investi denaro e… pazienza

Gli imprenditori spendono migliaia di euro per aprire negozi, ma quando si parla di e-commerce sembrano non rendersi conto che si tratta di un’impresa vera e propria che necessita risorse e marketing. Per cui più budget si mette a disposizione, prima si può scalare e raggiungere gli obiettivi prefissi” spiega Francesco Chiappini, esperto di Marketing Automation ed autore del Libro "Marketing Automation per E-commerce". Per costruire un sito e-commerce all’altezza è necessario un budget iniziale di circa 30mila euro, ma non basta: è necessaria anche una buona dose di pazienza, perché occorrono almeno sei mesi per costruire un’immagine adeguata e avere una buona indicizzazione sui motori di ricerca.

Commenta per primo